Menu Chiudi

Manager delle compagnie aeree – Quale hub?

OS789 Karparten 1

Chi entra in gioco spesso ha un pensiero per primo: avviare il gioco dall’aeroporto di casa. Il primo hub: dovrebbe essere l’aeroporto più vicino che conosci. Ma questo è esattamente ciò che non dovresti fare la maggior parte del tempo. Gli aeroporti regionali sono generalmente più piccoli, hanno una categoria bassa e una bassa domanda di merci e passeggeri. Per questo motivo, dovresti scegliere buoni hub per il momento, poiché gli hub stanno diventando più costosi e non sarai in grado di permetterti il ​​tuo prossimo per alcuni mesi.

Profitto VS Patriottismo

L’intero articolo è ovviamente valido solo se vuoi avere successo in Airlines Manager e realizzare un profitto il più rapidamente possibile. Puoi trovare ulteriori suggerimenti utili e utili nell’articolo Suggerimenti e trucchi per Airlines Manager. Se stai cercando il patriottismo e vuoi scegliere il tuo aeroporto di casa come primo hub, ovviamente va bene, ma ci vorrà del tempo prima che tu abbia molte rotte e aerei. Quindi un po’ di divertimento è perduto.

Il mio consiglio: il tuo primo hub dovrebbe essere un grande hub internazionale, il tuo secondo o terzo hub può quindi essere il tuo aeroporto di casa. Prendi i profitti dal grande hub e li investi nell’aeroporto regionale più piccolo. Puoi anche scoprire come pianificare buoni percorsi dai grandi aeroporti internazionali nell’articolo Migliori rotte in Airlines Manager .

Scegliere l’hub giusto

La scelta dell’hub giusto può essere suddivisa in due fattori essenziali, entrambi estremamente importanti per un hub. Questi sono:

  • Domanda di passeggeri e domanda di merci presso l’hub pertinente
  • Numero di rotte dall’hub pertinente

Da un lato, la domanda dei passeggeri è estremamente importante. Tieni presente che dipende dal tipo di flotta. Direi che il 99% dei giocatori sono giocatori economici. Ciò significa che la domanda dei passeggeri per l’economia dovrebbe essere una priorità assoluta. D’altra parte, ovviamente, le rotte devono essere viste anche dall’hub, per cui bisogna distinguere tra rotte a corto, medio e lungo raggio.

Ovviamente puoi distinguere i due fattori e fornirli in dettaglio. Per questo motivo, vorrei spiegarti entrambi i fattori in modo più dettagliato in seguito in modo che tu possa trovare la tua strategia.

Domanda dei passeggeri

La maggior parte dei giocatori inizia con una flotta economica. Ciò significa che i posti economici sono i più importanti: più sono, meglio è. Puoi scoprire quali aerei sono i migliori per l’economia nell’articolo Sedili e aerei in Airlines Manager leggi. Soprattutto, presta attenzione ai vari fattori che si verificano tra le classi. Per questo motivo, l’hub scelto dovrebbe avere un gran numero di esigenze economiche. Spesso c’è anche una capacità residua per il trasporto di merci, il che significa che la domanda di merci non dovrebbe essere ignorata.

C’è una forte domanda di passeggeri economy nel Tycoon Airlines Manager nei paesi asiatici e africani. Tuttavia, gli hub asiatici sono da preferire, poiché la categoria aeroportuale degli aeroporti nella regione asiatica è più elevata.

Numero di percorsi

In realtà ci sono due cose che devi considerare quando scegli i percorsi. Da un lato, il numero di rotte nelle aree di corto, medio e lungo raggio. Un hub su un’isola nel mezzo del Pacifico non ti farà molto bene nel breve raggio. Per questo motivo, dovresti utilizzare le posizioni centrali, principalmente in Asia. Dovresti evitare l’Australia o le parti estremamente meridionali, settentrionali, occidentali o orientali per il momento, poiché questo ti sta limitando.

L’altro fattore sono gli aeroporti raggiungibili in tempi, che possono essere divisi per un fattore di 168. Questi sono, ad esempio, tempi di volo di 8, 12, 24 o 28 ore. Se i tuoi percorsi con l’aereo selezionato (nota la velocità qui) sono in quella zona, puoi utilizzare rapidamente il tuo aereo al 100%. Pertanto, il maggior numero possibile di percorsi dovrebbe essere in quest’area, preferibilmente nelle categorie 6, 8, 12 e 24 ore.

Related Posts

Posted in Tecnologia e Media